Matera 2019

Radici e percorsi

Vi sono due forme di espressione culturale che a Matera sono particolarmente sentite: la musica e il cibo. Grazie a una serie di workshop, concerti e cene organizzate con la Vegetable Orchestra e gli chef lucani, queste due importanti tradizioni s’intrecceranno in un’allegra esplosione di suoni.

Alla scoperta delle tracce di religiosità nel territorio di Matera e della Basilicata

Promosso dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina attraverso il Parco Culturale ecclesiale “Terre di luce” – APS

Declinare cinque verbi - uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare - per ritrovare il «gusto per l'umano». Comprendere i segni dei tempi «per illuminare il buio dello smarrimento antropologico contemporaneo con una luce», che è il «di più» dello sguardo cristiano, in un mondo in cui «tutto sembra liquefarsi in un brodo di equivalenze».

Terra, pane e grano sono elementi identitari e socializzanti della comunità. Il pane è socialità. Non a caso, la Fondazione Sassi parte da uno dei più antichi forni di comunità nel Sasso Barisano che ha restaurato e custodisce.

Incontro culturale e generazionale, narrazione, food, design, performing arts: sono queste le linee guida del progetto che, partendo dalla grande tradizione del pane materano e dei suoi timbri, si aprirà a tutto il territorio nazionale ed europeo in un itinerario di incontro/confronto, attraverso una formula che non si fermerà all’aspetto prettamente alimentare ma guarderà oltre, divenendo di più ampio respiro artistico-culturale.

Il progetto prevede interventi artistici ed antropologici effettuati su oggetti rappresentativi del patrimonio culturale e civico euro-mediterraneo, attraverso azioni laboratoriali partecipative e creative nell’ottica di una cultura aperta e accessibile.

In una città della Basilicata c’è una grande nave di cemento, incastrata tra due palazzi altissimi. È un’opera d’arte, un monumento, un giardino pensile, è il simbolo per noi dell’immobilismo del Sud, di ciò che è potente e maestoso ma non trova la forza per muoversi e partire.

Una grande celebrazione del ruolo centrale delle donne nella cultura materiale. Con Mammamiaaa apriamo le nostre case a tutta Europa e le trasformiamo in luoghi conviviali, di narrazione, di incontro.