Matera 2019

Marco Martinelli e Ermanna Montanari hanno raccolto la sfida di trasformare in teatro La Divina Commedia di Dante, il capolavoro che ha dato origine alla lingua italiana, pensando l'opera in corto circuito tra la sacra rappresentazione medievale e il teatro di massa di Majakovskij: la città è un palcoscenico, e i cittadini sono chiamati a 'farsi luogo' nell'epoca dei 'non-luoghi' e della comunità dispersa e frantumata. L'opera vive di una sostanza corale e sono gli spettatori a fare il viaggio nei regni ultraterreni: ognuno di loro è Dante. È l'umanità intera che fa quel viaggio, così come ci suggerisce Ezra Pound, definendo Dante 'Everyman'.

"PURGATORIO" Chiamata Pubblica per la "Divina Commedia" di Dante Alighieri è la seconda tappa della trilogia «La Divina Commedia 2017-2021» dedicata al sommo poeta. La prima parte, INFERNO, realizzata a Ravenna nel 2017, ha coinvolto oltre ai collaboratori e agli attori delle Albe, un migliaio di cittadini di Ravenna e molte persone giunte da varie città italiane e straniere.

"PURGATORIO", la cantica di coloro che "sono contenti di stare nel fuoco", delle voci che si disegnano nel canto, è un luogo di viaggio, è il cammino che porterà i cittadini a vivere e rivivere spazi cardine della cultura di Matera. La "Chiamata Pubblica" di "PURGATORIO" sarà cittadina, regionale e nazionale con alcuni dialoghi internazionali come quello con Timisoara. Forte sarà la relazione con artisti e compagnie teatrali locali, in particolare con IAC Centro Arti Integrate di Matera, così come con le scuole e le università e il mondo dell'associazioni.  "PURGATORIO" e l'intero progetto "La Divina Commedia 2017-2021" sono in affinità con i nodi e gli obiettivi di Matera-Basilicata 2019, che non ha puntato su una candidatura di grandi eventi, ma di cittadinanza culturale, che consenta di immaginare nuovi modelli di vita e di cultura come bene comune primario.  Il Teatro delle Albe e Ravenna Festival con questo progetto amplificano ulteriormente l'attenzione nei confronti delle nuove generazioni e risottolineano la vocazione all'internazionalità unita a un fortissimo radicamento sul territorio e a una precisa volontà e propensione all'apertura e al contatto con la piazza.

Con la “Chiamata Pubblica”, il Teatro delle Albe invita tutti i cittadini materani, senza limiti di numero, età, lingua o preparazione specifica, a partecipare alla realizzazione della messa in scena. Ogni cittadino sarà libero di aderire alla creazione con mansioni e livelli diversi di partecipazione: canto, danza e movimento, costruzione di scene, realizzazione costumi, allestimento tecnico, arti visive.

Artisti:

Teatro delle Albe / Ravenna Teatro
Marco Martinelli ed Ermanna Montanari, Ideazione, Italia
Luigi Ceccarelli, Musiche (con gli allievi del Conservatorio Statale di Musica Ottorino Respighi - Latina), Italia
Edoardo Sanchi, Spazio scenico (con gli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Brera - Milano), Italia
Paola Giorgi, costumi (con gli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Brera - Milano), Italia
Marco Olivieri, Regia del Suono, Italia
Fabio Sajiz, Disegno Luci, Italia

Data e luogo *:

Dal 17 maggio al 02 giugno (esclusi 21 e 28 maggio) percorso tra Sagrato Chiesa del Purgatorio, piazza San Francesco, Parco Giovanni Paolo II, ex scuola media Alessandro Volta, giardino del Museo Nazionale “D. Ridola”, Matera.


(*) Le date e i luoghi potrebbero subire variazioni
Per vivere questo e tutti gli appuntamenti del programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura acquista il Passaporto per Matera 2019