Matera 2019

Siete un’associazione culturale, una società o una fondazione che si occupa di gestire e promuovere eventi in ambito culturale? L’Avviso Pubblico Residenze Basilicata Matera 2019 è un’occasione per trasformare le vostre idee in progetti attraverso l’organizzazione di residenze.

I progetti di residenza ammessi al finanziamento entreranno a far parte di un processo di co-creazione, un’interazione continua tra Matera 2019, i soggetti attuatori, gli artisti e le reti europee di produzione culturale con le quali verranno stretti accordi di partenariato.

Per sostenere le residenze, Matera 2019 prevede un contributo massimo di 10.000 euro per ciascun progetto presentato. Saranno ammessi i progetti di residenze destinate alla creazione artistica, di residenze di comunità e territorio e di residenze che sostengono progetti e valori del dossier. Una commissione interna ammetterà a finanziamento le proposte idonee fino ad esaurimento delle risorse disponibili. I criteri principali di valutazione prevedono il coinvolgimento dei cittadini e delle comunità ospitanti nonché la dimensione europea degli artisti indicati.

L’output finale di ciascuna residenza artistica sarà inserito nel programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Il testo completo dell’Avviso Pubblico è disponibile nella Sezione Amministrazione Trasparente. Per partecipare, occorre che gli operatori abbiano sede legale e operativa in Basilicata e si occupino di produzione e distribuzione culturale.
La candidatura va inviata compilando il formulario on line entro il 7 febbraio.

Tra gli obiettivi di questo avviso pubblico ci sono il consolidamento della legacy, ovvero l’acquisizione di competenze utili a strutturare un sistema di residenze che vada anche oltre il 2019, lo sviluppo della componente internazionale del programma culturale, il coinvolgimento dei cittadini residenti in aree “periferiche” e il sostegno alle reti di cooperazione con realtà europee e del Mediterraneo.

Le residenze diventeranno un momento di scambio virtuoso tra la comunità e gli artisti, favorendo l’incontro tra diverse provenienze e discipline e rendendo il luogo della residenza un centro di produzione culturale unico ma ripetibile nel tempo.